Tutti con Simionato

Oggi la stampa dà conto di un documento scritto e sottoscritto da circa una quarantina di persone che alle primarie per la scelta del candidato sindaco di Venezia hanno sostenuto Nicola Pellicani e che ora convintamente lavoreranno per far vincere il Partito Democratico e il centrosinistra alle prossime elezioni. Ovviamente per ragioni di spazio il documento non è stato riportato nella sua interezza quindi per chi fosse interessato e volesse darne una propria interpretazione lo può leggere qui sotto.

Sul motivo perché non vi siano le firme degli ex assessori Alessandro Maggioni e Andrea Ferrazzi (come sottolinea la giornalista) penso basti leggere l’elenco dei sottoscrittori (riportato correttamente nell’articolo) per darsi una risposta.

Alle elezioni primarie per la scelta del sindaco che si sono tenute domenica 15 marzo abbiamo scelto, insieme ad oltre 3000 cittadine e cittadini della nostra città, di votare Nicola Pellicani.
Lo abbiamo fatto perché la sua candidatura, saldamente ancorata nel centrosinistra, ha saputo coagulare attorno a sé un patrimonio importante di civismo, attrarre donne e uomini appartenenti alle professioni e ai lavori della nostra città.
Abbiamo ritenuto che il progetto sulla città presentato da Nicola Pellicani, insieme a quello proposto dal PD, potesse rispondere alla necessità di innovazione e di sviluppo sociale ed economico della nostra comunità, anche perché fondato su un’esperienza ormai decennale di sguardo e riflessione sulla città.
Auspichiamo che non venga meno la passione di Nicola Pellicani per rendere migliore la nostra città, i luoghi di lavoro e dell’abitare di tutti noi.
Le elezioni primarie hanno visto l’affermazione di Felice Casson. Riconosciamo questo esito, e ci impegneremo da subito per il successo suo e del PD alle elezioni del 31 maggio, perché l’obiettivo deve essere quello di vincere immediatamente, al primo turno.
La candidatura di Felice Casson può consentire la riscossa di Venezia e di Mestre, insieme al ruolo determinante che il Partito Democratico sarà chiamato a svolgere.
E ci impegneremo contemporaneamente per una netta affermazione di Alessandra Moretti alle elezioni regionali, per riconquistare il Veneto dopo la lunga stagione dei governi di destra.
Crediamo che i temi dello sviluppo e del lavoro, della riforma del welfare urbano in senso generativo e partecipativo, della riconnessione di porto e aeroporto all’interno di un disegno organico della città, della costruzione di un sistema moderno di servizi pubblici locali, debbano far parte del progetto per la nostra città, rappresentandone un’idea radicalmente alternativa al centrodestra.
La nostra città da troppo tempo è priva di una sua rappresentanza in Consiglio Regionale. Questo vuoto ha consentito che venissero compiute scelte penalizzanti nei confronti dei nostri cittadini, ad esempio nell’ambito del trasporto pubblico locale come pure dei servizi socio-sanitari.
Per dare alla città una rappresentanza adeguata, competente, all’altezza della sua complessità lavoreremo per l’elezione di Sandro Simionato in Consiglio Regionale. La sua è una candidatura aperta, in grado di raccogliere un consenso ampio dalle associazioni, dalle forze sociali ed economiche della nostra comunità.
Per tutto questo ci impegneremo da subito, per confermare il centrosinistra alla guida della nostra città, alla testa di un progetto riformista per cambiarne in meglio le condizioni di vita di tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *